Ilaria, il dolore e la sua seconda possibilità tra le vette

9 settembre 2019 – Questa è la mia storia. La storia di una donna alla quale la vita ha dato molto ma ha tolto anche tanto. Cinque anni fa ho perso Alice e Federica, le mie figlie, nate prematuramente in una calda giornata di ottobre. Abbiamo lottato per giorni. Tredici per l’esattezza. Loro troppo piccole per vivere e io ad un passo dalla morte per arresto cardiaco. Poi il buio e la mia lenta ripresa, con la maschera per la ventilazione indosso giorno e notte. Dal letto della rianimazione il pensiero era sempre lo stesso: “Se esco viva da qui voglio andare in montagna. Voglio rivedere la neve che dona bellezza ad ogni cosa sopra la quale si posa e respirare senza questo maledetto aggeggio!”

… Vai all’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *